buzzoole code La Fiera delle Vanità: marzo 2013

giovedì 28 marzo 2013

La Zona del Futuro


No, non è un romanzo di fantascienza. E neanche un dibattito sulla ZTL che verrà. Parliamo ancora di dieta, o meglio, come preferisco definirla io, corretta alimentazione. Questa volta ad aiutarci a raggiungere il nostro personale obiettivo di peso è una Signora Dieta, una delle più famose e consolidate diete degli ultimi anni, la cui efficacia e semplicità è comprovata da risultati: la Dieta Zona. 

Da (ex) frequentatrice di palestre e centri fitness, confermo che questo regime dietetico ideato dal Dott. Barry Sears è tra i più consigliati dai trainers perché promette di mantenere e potenziarne la massa magra e di essere facilmente personalizzabile, oltre a non presentare rischi per la salute. 

Apprezzo che, col passare degli anni ed il consolidarsi delle scoperte scientifiche atte a migliorare la nostra salute, la Zona sia stata rivisitata, pur rimanendo fedele a se stessa, per proporre un piano eccezionale per dimagrire, combattere l'invecchiamento e restare in salute.
Il suo ideatore ha così ampliato la scelta alimentare originaria spostando l'attenzione sui polifenoli, termine da addetti ai lavori ma che non deve spaventare: assumete infatti questi importantissime sostanze nemiche dell'invecchiamento semplicemente mangiando frutta e verdura (i carboidrati colorati ammessi nella Zona) ma anche cioccolato e te verde. In particolare il libro si sofferma sulle ultime scoperte riguardanti le delfinidine,  polifenoli particolarmente antinfiammatori che si trovano nei mirtilli ma soprattutto nella bacca del maqui, un frutto che cresce in Cile (di cui si nutrivano gli indigeni Mapuche, conservando straordinaria vitalità e caratteristiche fisiche). 

La Zona del Futuro, quindi, vi sorprenderà con le indicazioni di una corretta alimentazione, che unita all'assunzione di Omega 3 e polifenoli, oltre a raggiungere il peso desiderato vi garantirà giovinezza, vitalità e salute. Interessante anche l'apporto della nutrizionista Daniela Morandi che ha realizzato le ricette di accompagnamento al testo, perché anche il gusto vuole la sua parte!

Nell'augurarvi buona lettura (e buon appetito!) vi ricordo che, così come è importante curare l'alimentazione per motivi di salute e in caso di reale sovrappeso, è altrettanto dannoso perseguire diete per ragioni esclusivamente estetiche, in particolare quando si ricerca la magrezza fine a se stessa. Snelle e in salute, sì; anoressiche, NO.

Editore: Sperling & Kupfer Editori
Data pubblicazione: Marzo 2013
Formato: Libro - Pag 257 - 14x21


Gli Autori:

Barry Sears, laureato in biochimica, ex ricercatore del Boston University School of Medicine e del Massachusetts Institute of Technology (MIT), è specializzato nella terapia del tumore e nel controllo dietetico delle risposte ormonali. In particolare ha studiato gli eicosanoidi una delle sostanze più importanti e potenti dell'organismo. Barry Sears è l'ideatore della metodologia dietetica conosciuta come Dieta Zona, chiamata anche EnerZona. I suoi libri hanno venduto oltre 5 milioni di copie.


La dottoressa Daniela Morandi è nutrizionista e naturopata. Cresciuta professionalmente presso lo Zone Research Institute del dottor Barry Sears, negli Stati Uniti, ha diretto il primo Studio Osservazionale condotto in Italia presso una struttura pubblica (Ospedale di Sondrio) per l'applicazione della Strategia Nutrizionale Zona su pazienti cardiopatici e diabetici. I risultati sono stati pubblicati all'inizio del 2006 sulla rivista Leadership Medica. 


In vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.





La Zona del Futuro - Libro

Dello stesso autore:


La Zona Omega 3 Rx Voto medio su 1 recensioni: Buono



Educare con Gioia


Da quando sono diventata mamma, un anno e mezzo fa, ho iniziato a far scadere gli abbonamenti alle riviste "moda e fashion" per dedicarmi alla lettura edificante (quei tre minuti dopo cena prima di cedere a Morfeo) di riviste di puericultura e manuali vari sulla cura del bebè e, non ultima, sulla disciplina. Ovvero, ho cercato di documentarmi al meglio sul mestiere più difficile del mondo, quello del genitore, in cui si è provati giornalmente in compiti pratici e di routine (l'igiene, l'alimentazione, ecc...) così come in compiti più delicati e sensibili, come quello di educare, dare una linea di comportamento, fin dalla più tenera età. Chi ama leggere si sarà accorta che le teorie sull'argomento sono le più differenti, i "metodi" vanno da quelli più duri (che io chiamo "stile generale prussiano") a quelli più morbidi (tutto è permesso purché smetti di piangere). Questo non aiuta i genitori, anzi, ci sobbalza in un mondo in cui la troppa scelta crea solo confusione e anche tanti dubbi: starò facendo bene? Ho ragione io o Tata Lucia? Sarò capace di insegnare la disciplina a mio figlio? Se siete genitori, alzi la mano chi non si è mai posto questi interrogativi. Strano, non vedo nessuna mano alzata!


Nella mia piccolissima esperienza posso dire che solo provando le varie proposte educative si può capire quale o quali realmente possono andar bene sia per voi che per i vostri bambini: il carattere è una questione troppo personale per avere la pretesa di sostenere che un metodo (piuttosto che un altro) sia il migliore in senso universale. Poi non dimentichiamo che educare un figlio non consiste nell'applicare alla cieca un metodo ma capire quale personale (personalissima!) strategia si può attuare nelle mura domestiche che possa dare un insegnamento gioioso e che faccia felice tutti i componenti della famiglia. La ricerca della felicità è sempre la chiave giusta, fidatevi. Se quello che fate genera felicità, state andando bene.

Il libro che vi propongo oggi è indirizzato ai genitori (e so che molte mie lettrici sono mamme) e ad insegnanti. ed educatori. Lo sento vicino a me perché condivide l'importanza che attribuisco alla felicità. L'autore si propone con un approccio tutto nuovo, non legato all'indottrinamento ma piuttosto all'esperienza diretta: i bambini vanno portati a scoprire l'importanza di certi valori universali (come la gentilezza, l'allegria, il coraggio, l'autocontrollo...) attraverso giochi e storie. Inoltre, la società multietnica di oggi è una ricchezza per sperimentare davvero che questi valori sono alla base di tutte le culture e religioni. 

Due sono i principali concetti chiave elaborati dall'autore:

1) Un'educazione ferma e amorevole è capace di generare gioia e felicità; coltivare i valori universali e comportarsi di conseguenza non è una fatica né un'imposizione, ma un modo per raggiungere la felicità, perché ci fa stare bene con noi stessi e con gli altri;

2) I valori fondamentali sono già presenti nel bambino, ma a causa dell'irrequietezza mentale (dovuta agli infiniti stimoli esterni del mondo d'oggi) fanno fatica ad individuarli e perseguirli. A questo scopo l'autore propone l'introduzione dello Yoga nella didattica (molto utile specie per gli adolescenti)

I suggerimenti e attività proposte nel libro si possono attuare con successo sia in famiglia, sia in classe. Per la vera gioia di tutti!!



Editore: Ananda Edizioni
Data pubblicazione: Marzo 2013
Formato: Libro - Pag 198 - 15x20 cm



L'Autore:


Michael Nitai Deranja
Michael Nitai Deranja è fondatore del movimento per Educare alla Vita (Living Wisdom): mette i valori dell’uomo al centro dell’educazione, consapevole che in una società interculturale e multietnica è necessario dare una nuova vitalità all’educazione.

“Via le prediche - afferma Deranja - è l’esperienza diretta che convince i bambini e i teenager. Attraverso l’esperienza possiano trasmettere ai giovani valori come la cooperazione, la concentrazione, l’integrità, la buona volontà, insieme all’apprendimento ed allo sviluppo delle abilità”.


In vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.




Educare con Gioia - Libro

giovedì 21 marzo 2013

La dieta B factor



Se fate parte anche voi del nutrito gruppo di italiane che decidono, giusto dopo i bagordi pasquali, di mettersi a dieta per sfoggiare uno striminzito bikini sui litorali della Versilia o dell'Adriatico, questo libro è per voi! Ma ve ne parlo anche per un altro motivo: la sua autrice ed ideatrice, la nutrizionista Samantha Biale, è un volto a me caro che conosco e apprezzo per le rubriche e consigli che dispensa dalle pagine di numerosi settimanali e dalle principali reti televisive. Di lei mi piace la semplicità con cui esprime i concetti in tema di benessere e alimentazione e anche la sua empatia: essendo giovane e donna ben conosce le difficoltà di chi segue un regime dietetico per raggiungere il peso forma. Possiamo considerarla un'amica che ci mette a disposizione la sua conoscenza ed esperienza e ci accompagna passo passo verso le misure perfette.  Non appena ho letto dell'imminente uscita del suo libro ho pensato di dedicare alla Dieta B Factor un post, per spiegarvi cos'è e perché vi può aiutare.
Intanto, la sua ideatrice la chiama "Dieta Amica", e la B sta per Biale, naturalmente, ma anche per Buonumore, Benessere, Brio, Bellezza, passando per Buonsenso, Buongusto e Buona volontà (oltre al BMI e il Bilanciamento nutrizionale ideale). Cosa trovate quindi in questo libro? Una dieta? No, molto di più!
Partendo da un'esperienza nutrizionale che ha coinvolto diverse donne e analizzandone i diari alimentari (quindi le debolezze, le sensazioni che le hanno accompagnate e i progressi), la dottoressa Biale ha formulato tre tappe per raggiungere step by step i risultati sperati. La prima tappa vi aiuterà a dimagrire in breve tempo ed in sicurezza, con una dieta alternativa basata su pasti sostitutivi, sicuri e certificati. A seguire, il secondo step vi insegnerà a nutrirvi nel modo migliore e potrete così mantenere il risultato raggiunto nella prima fase. Infine, il terzo step vi consentirà di tenere a bada, prevenire ed eliminare la cellulite, il nemico numero uno delle donne di ogni età! Tutto è possibile, con l'aiuto di una eccezionale diet coach!


Editore: Sperling & Kupfer Editori
Data pubblicazione: Febbraio 2013
Formato: Libro - Pag 228 - 14x21


L'Autrice


Samantha Biale
Samantha Biale è nutrizionista, diet coach e giornalista professionista. Collabora come esperta di alimentazione con importanti riviste italiane come Cosmopolitan, TV Sorrisi&Canzoni-Salute, Donna Moderna, Chi, Intimità e Vero, promuovendo la scienza della corretta nutrizione con un linguaggio moderno, pratico e motivante. Collabora con diverse aziende alimentari e farmaceutiche come consulente di alimentazione per la messa a punto di prodotti e comunicazione media. Partecipa spesso a varie trasmissioni televisive come Uno Mattina - Occhio alla spesa (Rai Uno) e Melaverde (Canale 5). Ha portato con successo in Italia la professione di diet coach.




In vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.






La Dieta B Factor - Libro






Inoltre, della stessa autrice:


La Dieta Furba





Rock on shoes (Parte prima)

Se vi ha appassionato la saga "Nell'armadio di una rocker", nell'articolo di oggi trovate pane per i vostri denti. Parliamo, con l'aiuto delle foto scattate da Anna (che per voi ha voltato e rivoltato e vuotato le scarpiere), di scarpe, stivali, ballerine & company, e di come sfruttare calzature anche "strong" nella vita di tutti i giorni, occasione per occasione. 






Iniziamo con questo paio di ballerine dotate però di piccolo tacco conico, a occhio di tre/quattro centimetri. Hanno il vantaggio e praticità di ballerine con il vezzo della mezza altezza. Sono ok per tutti i fisici e stature. Perfette per una serata anche formale con collant di seta nera (provatele con la riga!) e abito a sottoveste, oppure se vi serve un look giovane e un po' informale, ma sempre sexy (ad esempio una serata con le amiche) potete coprire le spalle con un cardigan sottile e leggermente sciancrato tono su tono, come questo:



Per una serata rock, le utilizzerete al meglio abbinando all'abito a sottoveste un chiodo in pelle nera e dettagli dorati.






Questo paio, invece, è color petrolio, sempre perfettamente abbinabile al nero (mi raccomando osate uno smokey eyes nei toni petrolio e nero!) oppure se siete patite del tono su tono provatele sulla camicia a quadri (che fa sempre rock) oppure con uno scaldacuore:









Passiamo alla parte stivali:






Questi sono un must, non troppo alti nè come tacco nè come gamba. A occhio il tacco mi sembra sui 7 cm, giusto per slanciare ma non mettere in pericolo la vostra falcata, ed è spesso, a prova di concerti ma anche di pomeriggi di shopping!


Se vi piace un modello più strong, Anna vi accontenta, ed eccovi i sempreverdi anfibi:



L'importanza di questa calzatura meriterebbe un capitolo a parte: personalmente li uso e abuso e non passano mai di moda. Consideratemi pure pazza, ma ho parlato di anfibi anche nel tema di economia aziendale della maturità (dovevo redigere un budget di previsione, cosa avrei mai potuto produrre...? Anfibi, ma certo!). Se pensate che sono un capo solo da rocker/metallara non avete capito l'anima fashion di questo stivale. Lo portate coi leggings, con un abitino o maglia lunga, ma provateli anche con collant 40 denari e mini scozzese (o nera o di jeans)... a prova di condizioni atmosferiche estreme!


Questi sono versatili, bassi, appena borchiati e originali con i lacci, da portare in scioletzza con gonne e pantaloni:




E per finire questa prima carrellata, potevano mancare le Dr. Martins?!


Per una serata informale, provatele con i jeans skinny, la T-Shirt del vostro gruppo preferito, una camiciona a quadri molto grunge che vi fa da soprabito e un bel cinturone borchiato. Sarete delle vere Dee... del Rock!!!












sabato 16 marzo 2013

Salva Te Stesso - La Creazione dell'Universo

 Tredici anni fa, lo scienziato russo Arcadij Petrov diffondeva, durante le sue conferenze in cui spiegava la possibilità di rigenerare gli organi (e quindi guarire dalle malattie, anche le più terribili) tramite influenze bio-informative, la dispensa "Il Sistema di Sviluppo delle possibilità del genere umano". Il successo dei suoi studi e l'esperienza sul campo, data da fatti concreti di guarigione e soddisfazione del pubblico, ha trasformato il suo racconto autobiografico in una trilogia: ho l'onore ed il piacere di presentarvi il primo volume, che sarà presto disponibile tradotto in italiano, dal titolo inequivocabile "Salva Te Stesso".
L'introduzione di questo testo si apre con una massima di Albert Einstein: «L'emozione più bella che possiamo provare è il senso del mistero [...] Colui che non ha mai provato questa emozione, colui che non si meraviglia e non si entusiasma più dinanzi a niente è come morto» e che ci permette di intuire che il contenuto, nascosto nelle righe che leggeremo, ci parla del mistero più grande (o uno dei più grandi, per lo meno) su cui l'uomo da sempre si interroga. L'origine della vita: qual è il senso della vita?
Il libro è un racconto autobiografico e l'autore spiega che sia credenti che atei potranno affrontarlo come un viaggio, fino all'interno della parte più mistica e nascosta dell'uomo, alla scoperta dei doni, ora dimenticati, che una volta appartenevano al genere umano, come ad esempio la chiaroveggenza, la premonizione e la rigenerazione degli organi. La riscoperta e utilizzo di queste facoltà ci aprirà ad una nuova consapevolezza ed esistenza migliore.


Editore: Macro Edizioni
Data pubblicazione: Aprile 2013
Formato: Libro - Pag 516 - 13,5 x 20,5

L'Autore:
Qui è disponibile la scheda dello scienziato russo Arcadij Petrov


Prenotatelo nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.




Salva Te Stesso - La Creazione dell'Universo - Libro





Eyecam videocamera full HD per sport e azione

Eyecam


"Cam as you are". Ad alcune verrà in mente una vecchia canzone dei Nirvana. Ma tranquille, oggi non vi faccio pogare il grunge, bensì vi voglio presentare un oggettino che ha fatto di questo gioco di parole inglese il suo riuscitissimo slogan: una videocamera che vi stupirà, appunto, per riprendervi... così come siete!
Quante volte avete desiderato riprendere e immortalare un evento, uno sport, un concerto, una manifestazione crucciandovi di non poter avere le mani libere... piena libertà di azione e movimento?! 
Grazie ad Eyecam, l'action camera/videocamera full HD, non avrete più scuse: la utilizzerete anche nelle condizioni più estreme come in acqua, al sole, al gelo più pungente... Proprio perché è nata per riprendere i momenti più emozionanti è una videocamera free-hands: si può utilizzare senza mani, applicandola alle attrezzature sportive o legadola addosso. Start e stop sono automatici, oppure si può posizionare il dispositivo ad uno dei supporti venduti separatamente. La registrazione video è praticissima e consente di scaricare immediatamente il filmato su pc e caricarlo senza fatica su YouTube. Ma Eyecam è anche fotocamera: effettua foto singole, oppure tre foto in sequenza. Nell’epoca Social non poteva mancare una sezione del sito, dedicata a chi vuol condividere, con gli altri appassionati di sport estremi e di Eyecam, la propria esperienza con questa fotocamera: si chiama Eyecup e basterà caricare e condividere i propri filmati ed essere votati dagli amici.



Eyecam - Puntatore laser



Alcune caratteristiche tecniche: L'obiettivo è in vetro f/3.0 con un super-grandangolare a copertura 170°. Lo zoom digitale arriva fino a 10x. Si può anche scegliere l'opzione di mantenere data e ora in sovraimpressione sia per il filmato che per l'immagine. Presente lo Standby automatico per risparmio energetico. Il dispositivo è dotato della stabilizzazione che compensa le vibrazioni riducendo il rischio di mosso durante le riprese.
Con il telecomando wireless, entro una distanza di 10 metri, si può avviare o stoppare una registrazione, scattare le foto e attivare o disattivare il puntatore laser che serve ad inquadrare il punto interessato quando la videocamera è montata sul casco. Eyecam utilizza schede Micro SD. La fotocamera è in grado di scendere fino a 60 metri grazie alla custodia impermeabile in dotazione.



Eyecam
Due le tipologie di custodie subacquee: piatta (opzionale) per la massima compattezza o con alloggiamento per monitor LCD. La videocamera può funzionare anche senza custodia subacquea. 
Eyecam, inoltre, è stata studiata nei minimi dettagli per frenare le vibrazioni dovute alla pratica di sport estremi.

Tutto questo a soli 299 €!!








Visitate il sito www.eyecam.it per avere i dettagli completi di questo fantastico apparecchio che vi aiuterà a tenere traccia dei vostri ricordi ed esperienze più... estreme!!!







martedì 12 marzo 2013

Eat to Live - Mangiare per vivere

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Eat to Live - Mangiare per Vivere
Ebbene sì, sono una curiosona. Non posso fare a meno di visitare i vostri blogs e le vostre pagine Facebook e devo dire che un tema ricorrente dell'ultima settimana, che ho riscontrato negli articoli di molte di voi, è la necessità di rimettersi in forma in vista dell'estate. L'immagine di una spiaggia assolata, il mare e il relax evocano una sensazione di benessere ma anche il desiderio di piacere e di piacersi. E spesso l'inverno ci ha lasciato qualche rotolino di troppo (sarà stata la cioccolata con panna davanti al camino? la doppia porzione di patatine? le sette o otto polentate col taleggio?) quindi con l'avvicinarsi della primavera, che è giusto dietro l'angolo, ci assalgono i sensi di colpa e la voglia di, per citare una di voi, "mettersi a regime". Non ci trovo niente di sbagliato, purché non diventi un'ossessione e una ricerca della bellezza a scapito della salute. Se si riesce a depurarsi in modo sano e regolare, abbinando magari una corretta attività fisica, non solo l'aspetto fisico avrà degli evidenti miglioramenti, ma addirittura la salute dell'intero organismo migliorerà in modo esponenziale! 
Questo libro, Eat to Live, ve lo segnalo come un'interessante e istruttiva lettura, non tanto per i promessi "dieci chili in sei settimane", ma piuttosto perché lo scopo del libro è insegnare un vero e proprio regime alimentare da seguire sempre, in modo continuativo nel tempo e privo di controindicazioni. Con il metodo Fuhrman si impara a mangiare! Quante di noi di fronte alla parola "dieta" si sente privata del piacere del cibo e ci si abbatte ancor prima di iniziare? Ma non pensate anche voi che migliorando le proprie abitudini alimentari e correggendo quelle errate sia facile e anche divertente sfoggiare un bel corpo in salute? 
Queste sono le promesse della "dieta Fuhrman". Sei settimane per riprogrammare le vostre abitudini alimentari e... il resto della vita per essere belle, felici e sane! Il regime alimentare proposto, infatti, critica pesantemente le abitudini alimentari americane (noi italiani, forti di una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura fresche, partiamo avvantaggiati) mentre offre alternative prevalentemente vegetariane ma con aperture a carne e pesce (di cui trovate alcune ricette, anche nella variante vegetariana), e aiuta a curare e prevenire i più comuni disturbi quali cardiopatie, cancro, osteoporosi e diabete. Il metodo, già bestseller mondiale e in prossima uscita tradotto in italiano, si ispira al testo The China Study (di cui ho già parlato qui e qui) e, curiosità!, la prefazione è curata dal celebrerrimo Dr. Oz, medico e conduttore dell'omonimo Dr. Oz Show. 



Editore: Macro Edizioni
Data pubblicazione: Marzo 2013
Formato: Libro - Pag 400 - 13,5x20,5



L'Autore:


Joel Fuhrman
Il Dott. Joel Fuhrman, newyorkese classe 1953 è un uomo dalle innumerevoli vite.


In gioventù è stato campione americano e mondiale di skateboard. Ma non è questo che lo ha reso famoso in tutto il mondo, bensì la sua grande conoscenza ed esperienza, che gli hanno permesso di creare la Dieta Fuhrman, comporre numerosi libri di successo mondiale, nonché essere uno dei produttori del film Fermare e Guarire il Diabete - Crudo & Semplice.

Dopo essersi laureato in Medicina all'università della Pennsylvania, si è dedicato allo studio e alla cura dell'obesità e delle malattie croniche tramite metodi naturali. Egli ha creato l'equazione H = N/C (Health = Nutrients/Calories cioè Salute = sostanze nutritive/calorie), che è alla base della celebre Dieta Fuhrman. Ha partecipato a innumerevoli trasmissioni radiofoniche e televisive in tutto il mondo, raggiungendo una fama internazionale in materia di alimentazione e medicina naturale.

Il Dott. Fuhrman risponde ad alcune domande sul libro: cliccate qui.


In vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.







Eat to Live - Mangiare per Vivere - Libro






FastReset - Il metodo rapido di guarigione emotiva



Niente paura, amiche: con il termine FastReset non intendo darvi una lezione di informatica per insegnarvi a riprogrammare il vostro pc affetto da non so quali virus, ma vi parlerò invece di una tecnica nuova, innovativa e semplice, veramente alla portata di tutti, che vi permetterà di elaborare e vincere le emozioni negative, i blocchi e le paure. Questa tecnica di psicologia energetica sta catturando l'attenzione delle riviste del settore e, non appena ho letto un'intervista molto interessante alla sua autrice, la psicoteraputa Maria Grazia Parisi, già nota per il suo approccio olistico ai disturbi emotivi e psicosomatici, ho pensato di dedicare a questo testo un articolo anch'io. Intanto vediamo a chi si indirizza questo metodo: a chi ha subito un lutto e non riesce ad elaborarlo; a chi è schiavo di manie o comportamenti dannosi e nocivi; a chi ha subito traumi e soffre di disturbi in seguito ad essi; a chi è vittima di dipendenze (di varia natura); a chi non riesce a gestire i conflitti nelle relazioni; a chi vive di convinzioni auto-sabotanti, tanto per citare alcuni esempi. 

Il metodo illustrato in questo testo è molto semplice e guidato passo passo. Si potrà utilizzare sia come autoaiuto giornaliero a vincere pensieri, gesti ed emozioni negative, sia per superare veri e propri blocchi e disturbi che da chissà quanto tempo ci accompagnano e non ci permettono di vivere serenamente. Il libro vi aiuterà a mettere in atto una sequenza di pensieri e gesti che portano a riprogrammare il modo di vivere queste emozioni, iniziando con l'osservazione o focalizzazione del problema (non solo emotivo ma anche cercando di coglierne gli effetti sulla salute e il corpo) passando poi, e questa è la fase chiave del metodo, a spostare l'attenzione sentendo e concentrandosi su parti del corpo, ad esempio le mani, innescando un meccanismo che porterà a cambiare la percezione del fenomeno negativo. In pochi secondi l'emozione si è trasformata! E la sequenza, durando solo pochi secondi, potrà diventare automatica e venirvi in aiuto in caso di bisogno.



Editore: Sperling & Kupfer Editori
Data pubblicazione: Gennaio 2013
Formato: Libro - Pag 247 - 14x21



L'Autrice:


Maria Grazia Parisi. Medico psicoterapeuta, ideatrice del metodo FastReset. Si occupa da circa venticinque anni del trattamento dei disturbi emotivi e psicosomatici mediante la psicoterapia, l'applicazione di medicine complementari (in particolare, fiori di Bach, fitoterapia e oligoterapia) e di tecniche di risoluzione emotiva rapida. Svolge da sempre anche attività di divulgazione e formazione in campo medico e psicologico. Collabora inoltre con riviste del settore e testate radio-televisive.

Leggete qui una sua interessante intervista in cui spiega il metodo FastReset.


In vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.






FastReset - Il metodo rapido di guarigione emotiva - Libro







venerdì 8 marzo 2013

Premio dell'amicizia blogger!



La mia amica Sara, autrice del blog Pink Pearl make up & more, oltre che dell'omonima, aggiornatissima pagina facebook, mi ha premiato con questo fantastico Award, a me molto caro perché l'amicizia è un valore in cui credo e che, sì, è possibile coltivare anche tra amiche "virtuali"... infatti il condividere gli stessi interessi e confrontarsi giornalmente ci avvicina e ci fa sentire una "squadra"! Siete d'accordo con me?!


Ecco le regole:
ringraziare chi vi premia con un post e assegnarlo a 5 blog che vanno informati con un commento.

Le mie amiche blogger a cui lo assegno sono:


  1. La Dama Bianca di Recensioni Cosmetiche
  2. Silvia Vettori di CosmoVetto
  3. Carmen Cotugno di Carmy 1978
  4. Caterina Perna di Le tante opportunità del web
  5. Raffaella Segalini di Stregavera, nella cucina di una strega moderna (quest'ultima è un'amica anche extrablog!)






W tutte le donne (blogger & non!!) e buona festa!!!







giovedì 7 marzo 2013

Nell'armadio di una rocker (Parte seconda)

Continua l'esplorazione dell'armadio - zona accessori - di Anna, la mia collaboratrice rock-addicted, che oltre a lasciarci frugare tra le sue cose e darci delle belle idee per agghindarci durante i concerti, ha anche in serbo delle grandiose idee per il blog sempre legate al mondo musicale. E sono sicura non sarete deluse! Iniziamo la carrellata con una foto più ravvicinata della spilla con i charms di cui abbiamo già parlato qui, è molto particolare e ho scoperto che è fatta a mano e come vedete si compone di perline, un sonaglio, una fetta di torta in fimo e un orsetto. Mi piace molto accostare stili e materiali diversi, sempre con buon gusto, perché l'insieme risulta molto allegro e spiritoso. Vedete anche tre anelli, in particolare quello a filo d'argento lavorato a serpentina è assolutamente rock!





Vi siete mai chieste: ma durante i concerti, specie quelli caldi e movimentati come piacciono a noi "cattive ragazze", si porta la borsa/borsetta/bag/clutch eccetera? Vediamo alcuni esempi:


1. Bag capiente in pelle morbida e lunga tracolla. Qua si va sul classico. Il colore nero e la forma moderna, unitamente alla chiusura strong, la rendono un pezzo forte da portare sotto al palco. Ci stanno comodamente macchina fotografica e numerosi CD (da far autografare) e allo stesso tempo è pratica da indossare e non vi ingombra troppo. Ok anche per il tempo libero.





2. Borsa con frange. Così come altri accessori frangiati, fa subito rock. Piacevolmente retrò, strizzano l'occhio a Woodstock ma non passano mai di moda: le frange vi tolgono dall'impiccio di trovare il look giusto in perfetto stile biker. Perfette anche se frequentate motoraduni & affini!

3. Tracolla "chitarra". Questa è proprio una chicca e io stessa ho sgranato gli occhi quando l'ho vista! E' spiritosissima e più che adatta all'occasione! L'unico rischio che correrete sarà quello che vi scambieranno per una chitarrista e vi inviteranno a suonare in qualche garage e in qualche jam... ma sono sicura che saprete gestire al meglio la situazione!! Come vedete tutte queste borse hanno un denominatore comune: la tracolla lunga e indossabile sia sulla spalla che in diagonale (lo so che le fashioniste inorridiscono all'idea di portarle alla "postino" ma vi assicuro che nelle occasioni in cui non sapete dove appoggiarle e vi volete divertire questo è il metodo giusto... e vi sorprenderà quanto sia fashion..)





4. La stola gigante. Una bella sciarpa larga, o stola, nera (in questo caso con teschi) salverà il vostro davanzale da sguardi indiscreti e proteggerà la vostra gola irritata dai cori intonatissimi ma un po' gridati. Data  la temperatura che si raggiunge durante i live, specie quelli al chiuso, è molto pratico indossare t-shirt o canotte o vestiti che lasciano le braccia scoperte. Una stola o sciarpona sarà la vostra miglior alleata.

5. Piccoli accessori maculati. Sono piccoli tocchi femminili, specie se come questi fotografati, il portamonete e il portacellulare, oltre alla stampa maculata hanno bordi rosa e particolari alla "lolita". 





6. Capispalla da rocker. Qua troviamo tre idee, tutte valide. Si va dal classico chiodo di pelle, un must, al giubbotto di jeans alla "paninara" (questo ha una stampa sul retro), allo spolverino a quadri in perfetto stile grunge. Nel tempo libero, provate il chiodo sopra ad un abito sottoveste nero o in pizzo e stivali per un aperitivo con le amiche; il giubbotto di jeans è perfetto sopra un abitino fantasia e texani per un'uscita informale col vostro Lui; mentre sfruttate la camiciona con un paio di jeans leggermente a zampa e sandali con zeppa e plateau, oppure se la lunghezza ve lo consente, con leggings coprenti e cinturone in vita. 


Il viaggio nel rock è terminato ma... solo per questa settimana!
Mentre Anna elabora nuove idee (si vocifera scarpe... ma io non vi ho detto niente!!) potete curiosare nel suo sito di favolose creazioni fatte a mano che trovate qui. Lustratevi gli occhi!!!!











The China Study - DVD


The China Study - DVD
Tempo fa, in questo post vi parlai di un rivoluzionario studio che prendeva in esame la strettissima correlazione tra alimentazione e salute, The China Study. Finalmente, a completamento del libro e per la gioia dei più pigri, posso informarvi che è uscito il DVD con il videocorso formativo (svolto in Italia) e l'intervista al "papà" di questo studio innovativo T. Colin Campbell. Se vi è piaciuto il libro, oppure se non avete ancora avuto modo di leggerlo ma ne siete incuriositi, questo dvd fa il caso vostro! Oltre ad insegnarvi a prendervi cura del vostro organismo e imparare a nutrirvi nel modo corretto, dalla viva voce del suo autore, potrete visionare in esclusiva le testimonianze di esperti e studiosi del settore e di personaggi ben noti del mondo dello sport e dello spettacolo (ad esempio Red Ronnie, Paolo Kessisoglu  e il calciatore Dino Baggio). Ma quali sono i punti di forza di questo studio?


Innanzitutto, rispondere alle crescenti domande dei consumatori circa l'incidenza dei principali disturbi fisici e malattie e se queste sono correlate all'alimentazione, a determinati cibi o a fattori ambientali; smaschererete  inoltre alcune false convinzioni riguardo le diete ed il dimagrimento ed i reali benefici di una sana alimentazione. Grazie alla visione di questo filmato avrete una visione più chiara di come fare per prevenire e curare i principali disturbi, e vi accompagna con mano sicura alla comprensione delle più recenti scoperte scientifiche e di come esse possono guidare realmente verso un nuovo benessere.
Una buona dieta, intesa come regime alimentare corretto a lungo termine, è la chiave alla portata di chiunque per iniziare da subito a stare meglio. Il cibo influisce enormemente sul nostro stato di salute. Ad esempio, ho scoperto che il cancro al seno è in relazione con i livelli degli ormoni femminili nel sangue, a loro volta determinati dal cibo che ingeriamo. La spia preoccupante che l'alimentazione non è abbastanza curata e ottimizzata la danno le statistiche: sempre più bambini sono in sovrappeso o addirittura obesi, soffrono di diabete e necessitano di farmaci. Inoltre, le troppe proteine animali, tipiche dei paesi ricchi, industrializzati e schiavi del fast food, sono responsabili di molte malattie anche gravi. Lo studio ha provato che un'alimentazione che si basa prevalentemente su cibi vegetali garantisce una maggiore salute e previene le malattie croniche. 


FORMATO: PAL 16/9 - Dolby Digital 2.0
DURATA: 120 min + 100 min di contenuti extra
LINGUE: Ita - Eng
SOTTOTITOLI: Ita





L'Autore:


T. Colin Campbell
Il Dott. T. Colin Campbell è stato per oltre 40 anni in prima linea nella ricerca nutrizionale. La summa del suo lavoro è rappresentata da The China Study, lo studio più completo sul rapporto tra alimentazione e patologie di cui è autore assieme al figlio Thomas M. Campbell. Il Dott. Campbell ha conseguito laurea specialistica e dottorato di ricerca presso la Cornell University ed è stato ricercatore associato presso il MIT. E' professore emerito presso la Cornell. I suoi principali interessi scientifici riguardano gli effetti della nutrizione sulla salute, in particolare relativamente al rapporto dieta/cancro. Ha condotto numerose ricerche a riguardo e ha ricevuto per questi studi numerosi premi. Oggi afferma con forza che una dieta sana è l'unica scienza biomedica del futuro.





Se vi ho incuriosito e volete saperne di più, The China Study - DVD è in vendita nelle migliori librerie oppure online su Macrolibrarsi.